A poche ore dal ballottaggio tra Virginia Raggi e Roberto Giachetti il PD accusa la candidata a sindaco di Roma del Movimento 5 Stelle di aver avuto un’altra amnesia sul suo curriculum, sostenendo di lavorare solo come consigliere comunale mentre aveva assunto altri incarichi. Il riferimento è agli incarichi ricevuti nel 2012 e nel 2014 da Virginia Raggi da parte della Asl di Civitavecchia. All’avvocato romano era stato dato l’incarico di recuperare crediti pari a 860 mila euro. Per i due incarichi la Raggi avrebbe dovuto percepire complessivamente la somma di 13 mila euro, ma finora avrebbe incassato solo un acconto di 1.878 euro.

Secondo quanto riporta Il Fatto Quotidiano la Raggi avrebbe assunto il secondo incarico nel 2014 a dispetto del regolamento, che prevede la selezione di un legale da parte delle aziende pubbliche attingendo all’albo di professionisti istituito nel novembre del 2012.

Sulla vicenda è intervenuto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. L’esponente del PD ha riferito di non essere a conoscenza dell’affidamento diretto dell’incarico a Virginia Raggi e ha annunciato l’avvio di un’indagine. Zingaretti ha chiesto spiegazioni alla Asl di Civitavecchia e una relazione dettagliata sui criteri di affidamento adottati e sull’esito dei due incarichi.

L’esponente pentastellata a dicembre 2014 non avrebbe denunciato l’incarico ricevuto e il compenso percepito nella relazione annuale richiesta agli amministratori pubblici della Capitale. L’incarico è stato però dichiarato nell’ottobre del 2015, dopo che a Roma era scoppiato lo scandalo Mafia Capitale. L’ex magistrato Alfonso Sabella ritiene un atto dovuto l’avviso di garanzia alla Raggi.

Raggi: ultima goccia di fango prima del ballottaggio

Virginia Raggi respinge al mittente ogni accusa e si dice certa che la macchina del fango attivata contro di lei dal PD non sarà in grado di influenzare il voto di domani:

Questa è l’ultima goccia di fango prima del ballottaggio. Continuano ad attaccarmi sul mio lavoro perché non hanno argomenti. Noi siamo più forti e andiamo avanti. Mancano 48 ore e avremo finalmente la possibilità di voltare pagina.