Virginia Raggi è sotto interrogatorio dei pubblici ministeri che la stanno sentendo dalle ore 14 in una località segreta. Come riporta il Corriere.it, la sindaca di Roma sarebbe stata la beneficiaria di una polizza vita stipulata da Salvatore Romeo nel gennaio 2016, sei mesi prima delle elezioni. Romeo è lo stesso funzionario che la Raggi aveva nominato capo della sua segreteria portando il suo stipendio da 39mila a 110mila euro, poi diventati 93mila con l’intervento dell’Anac.

Virginia Raggi indagata per abuso d’ufficio

Stando alle prime informazioni trapelate, non ci sarebbero nuovi reati contestati alla sindaca di Roma anche se i giudici dovranno far luce sulla correttezza di tutte le procedure di nomina alla luce dei presunti scambi di favore. La Raggi, intanto, rimane indagata per abuso d’ufficio e falso nell’ambito della promozione a capo del dipartimento Turismo di Renato Marra, fratello del più noto Raffaele, suo ex braccio destro, poi arrestato per corruzione.

Virginia Raggi interrogata in località segreta

A interrogare la sindaca di Roma, Virginia Raggi, sono il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il pubblico ministero Francesco Dall’Olio, titolari della delicata inchiesta che sta facendo “tremare” la Capitale. Il difensore della prima cittadina non ha voluto svelare il luogo in cui, in queste ore, si sta tenendo l’interrogatorio.