Dopo l’interrogatorio fiume avvenuto presso la Procura di Roma, il sindaco Virginia Raggi, indagata per falso e abuso per la nomina del fratello di Raffaele Marra, avrebbe avuto conoscenza, soltanto adesso, di due polizze vita che Salvatore Romeo – ex capo della segreteria del Comune di Roma – avrebbe stipulato indicando Virginia Raggi come beneficiaria.

La prima cittadina di Roma avrebbe già fatto sapere di non essere a conoscenza dell’esistenza di quelle polizze (“Possono essere fatte senza informare il beneficiario“) e di essere certa, ad ogni modo, di avere ancora la fiducia del Movimento Cinque Stelle e di Beppe Grillo e di non avere quindi nessuna intenzione di dimettersi. Anzi, la Raggi, rispondendo ai giornalisti, ha persino riferito una battuta che Grillo le avrebbe fatto: “Ha fatto polizze per tutti“. E a chi le chiedeva se il suo caso potesse essere accomunato a quello di Scajola (appartamento acquistato a sua insaputa), la Raggi ha sempre risposto che la polizza vita, al contrario di una casa, può essere stipulata senza che il beneficiario lo sappia.

Le due polizze che sono finite nell’occhio del ciclone riguarderebbero la prima una somma di trentamila euro e sarebbe senza scadenza; la seconda riguarderebbe invece una somma di tremila euro e avrebbe scadenza anno 2019 (stipula gennaio 2016). Da quanto si è appreso, nella causale della polizza, Salvatore Romeo avrebbe indicato relazione sentimentale. Quando sarebbe stato comunicato tutto ciò alla Raggi, il sindaco avrebbe risposto con una risata.

A quanto pare le due polizze stipulate con beneficiaria Virginia Raggi non sarebbero state le uniche fatte da Romeo poiché ve ne sarebbero altre sette. I beneficiari, in questo caso, sarebbero altri soggetti appartenenti al Movimento Cinque Stelle, sia in vesti di attivisti sia in veste di dipendenti. Ad ogni modo, però, i magistrati non avrebbero rilevato alcun rilievo penale in merito alle polizze, ragion per cui Salvatore Romeo non sarà ascoltato. Romeo, tra l’altro, avrebbe utilizzato soldi propri per stipulare le polizze.