Un tipo di virus chiamato ransomware si sta diffondendo nei computer in Usa: il software prende in ostaggio il dispositivo e chiede il riscatto. Una crescita negli Stati Uniti di casi dove il virus ransomware ha colpito e pare che siano già 2500 i casi di dispositivi affetti dal virus con riscatti pagati che superano i 24 milioni di dollari. Il Dipartimento di Giustizia e Sicurezza Usa ha lanciato l’allarme perché il virus può colpire non solo i semplici utenti ma anche i computer e dispositivi mobili come tablet e smartphone delle pubbliche amministrazioni, ospedali e polizia.

I dati riguardanti il virus ransomware raccontano di una vera e propria escalation con riscatti pagati che vanno dai 200 ai 10mila dollari. 

Lo scorso febbraio pare sia stata colpita dall’attacco hacker anche la clinica di Los Angeles, Hollywood Presbyterian Medical Center, che ha avuto in ostaggio computer e dati sensibili come le Tac per una settimana. I medici e infermieri sono tornati a gestire i dati con carta e penna e gli hacker hanno chiesto un riscatto di 17mila dollari.

Ransomware si sta diffondendo a macchia d’olio nel territorio Usa ma in poco tempo potrebbe arrivare anche in Europa.