Dato che la situazione sta precipitando nell’area dove le ragazzine sono state rapite dal gruppo islamico terrorista di Boko Haram, 150 uccisioni solo negli ultimi due giorni, gli Usa hanno deciso di inviare in Ciad una forza militare per cercare di ritrovarle.

Boko Haram ha firmato tutti gli attacchi che sono stati compiuti nelle ultime ore, veri e propri massacri con attentati contro persone inermi.

Il presidente Usa Barack Obama ha inviato circa 80 militari americani, “Circa 80 militari sono stati dispiegati in Ciad nell’ ambito degli sforzi per localizzare e sostenere il ritorno in sicurezza delle oltre 200 liceali rapite in Nigeria”, recita una nota inviata dal presidente al Congresso, il cui testo e’ stato diffuso dalla Casa Bianca. I soldati, “sosterranno le operazioni di intelligence, sorveglianza e ricognizione aerea per missioni nel nord della Nigeria e nell’area circostante”, si legge ancora. Intanto Abou Moussa, rappresentante speciale Onu per l’Africa Centrale, ha dichiarato che i Boko Haram “non hanno paura e vergogna. Fanno quello che vogliono”. (foto by InfoPohoto)

(GUARDA QUI LA CAMPAGNA WEB #BringBackOurGirls)

Il presidente Goodluck Jonathan ha dichiarato di essere “impegnato senza sosta per vincere la guerra al terrore”. Verranno aumentate le misure per prevenire gli assalti, anche grazie all’aiuto dei Paesi vicini quali Ciad, Niger e Camerun che nei giorni scorsi hanno dichiarato guerra al gruppo terrorista Boko Haram.