Entra in una banca per rapinarla e, per convincere i dipendenti a consegnare il denaro, minaccia di far scoppiare un ordigno in suo possesso. Succede negli Stati Uniti, dove un uomo di 35 anni ha tentato il singolare furto puntando sul terrore di una possibile esplosione. Fermato dalla polizia non è però stata trovata nessuna bomba, bensì un vibratore per il piacere sessuale.

Secondo quanto riportato dai media statunitensi, giunto in una banca di Pittsburgh l’uomo avrebbe mostrato ai dipendenti dei cavi elettrici penzolanti dalla sua maglia, affermando di essere in possesso di una bomba. Ottenuto il denaro e uscito dalla struttura, è stato però fermato dalla polizia: gli agenti hanno semplicemente rinvenuto un vecchio vibratore, collegato a dei fili elettrici e a un vetusto cellulare, il tutto legato con del nastro isolante nero. Il responsabile è stato quindi arrestato e accusato di assalto aggravato, rapina e minacce tramite una finta arma di distruzione di massa. Per precauzione, il dildo spacciato per bomba è stato comunque fatto brillare.

Fonte: NBC