Si è concluso, per fortuna senza vittime, il tentativo di rapina a Parigi da parte di una banda armata che questa mattina, intorno alle 6.30, ha assaltato il negozio della Primark sito nel quartiere di Villeneuve-la-Garenne.

18 dipendenti, non tutti appartenenti alla stessa catena, sono stati presi in ostaggio dai tre malviventi che brandivano fucili a canne mozze. A quanto sembra il gruppetto si era rifugiato nella mense dello staff, ma non è ancora chiaro se siano stati portati lì dal terzetto criminale o si sia stata una loro iniziativa.

La polizia ha circondato il centro commerciale in cui si trova il negozio per molte ore, almeno fino a che non è stata contattata indirettamente da uno degli ostaggi. Uno tra questi, infatti, è riuscito a inviare un sms a un amico: nel messaggio dichiarava che i tre rapinatori, di cui uno parrebbe essere un dipendente del centro, avevano lasciato l’edificio sito nella zona della banlieue occidentale di Parigi.

La notizia è poi stata confermata quando intorno alle 10.30 la polizia ha fatto irruzione per evacuare i 18 prigionieri: uno tra questi ha avuto un malore, ma non sono stati riscontrati ferimenti.

Un portavoce delle forze dell’ordine ha dichiarato che il tentativo di rapina è stato trattato come un reato ordinario, non essendoci alcun indizio che potesse portare a una pista politica o a una matrice terroristica. Sono dunque in corso le ricerche dei tre criminali in fuga, che sono riusciti a guadagnare un notevole vantaggio di tempo sui loro inseguitori.