E’ stata recapitata alla redazione del settimanale “Setteserequi” una busta con tre proiettili calibro 9 indirizzati al direttore Manuel Poletti, figlio del Ministro del Lavoro Giuliano Poletti. “Ti ammazziamo, guardati alle spalle”, questo il contenuto della missiva secondo quanto riferiscono i media locali. All’interno anche una foto del giornalista che sarebbe stata ritagliata da un articolo di stampa.

Recapitati tre proiettili calibro 9

La Prefettura ha già predisposto un servizio di vigilanza per Manuel Poletti, già vittima di minacce di morte sia su Facebook che via mail ricevute poco prima di Natale. A scatenare l’ira nei suoi confronti sia le parole che il padre ha pronunciato sulla fuga dei cervelli italiani all’estero che l’indiscrezione secondo cui il giornale diretto da Manuel Poletti avrebbe ricevuto in tre anni diversi contributi pubblici.

Proiettili e una frase: “Ti ammazziamo, guardati alle spalle”

“Ho piena fiducia nelle forze dell’ordine. Questo fatto mi preoccupa ma mi sforzo di rimanere sereno [...] Continueremo a fare il nostro lavoro e, se possibile, con maggiore determinazione. Non ci facciamo intimidire, chiaro che certi fatti preoccupano ed è difficile restare indifferenti” ha dichiarato Manuel Poletti che al “Resto del Carlino” ha precisato di aver ricevutodue lettere con minacce, seppure più sfumate, recapitate in Comune”, giunte anche alla madre, assessore ai servizi sociali, sanità e scuola al comune di Castel Guelfo, a Bologna.