ORE 9.15 - Al via le operazioni di voto.

C’è grande tensione a Barcellona dove, in queste ore, migliaia di cittadini sono in fila per esprimere il proprio voto sul referendum sull’indipendenza della Catalogna, tanto contestato da Madrid e con la Guardia Civl pronta a sbarrare gli ingressi ai seggi. Secondo il portavoce del governo catalano, Turull, si può votare in qualsiasi seggio della propria zona e non necessariamente in quello di riferimento; allestiti persino alcuni banchetti all’aperto.

La polizia catalana, che aveva ricevuto ordine di sequestrare il materiale elettorale da parte della Procura spagnola, si sarebbe limitata a controllare i seggi, contando le persone presenti e andando via tra gli applausi della gente.

Ad intervenire, invece, sarebbe stata la polizia nazionale spagnola – come mostrano alcuni video pubblicati su Twitter – che avrebbe tentato di entrare in una scuola di Barcellona. A fermarli un centinaio di persone che si erano recate al seggio per votare.