Due bandi rivolti ai Comuni per ‘‘scuole solari’’ e ‘‘punti luce intelligenti’’

I due bandi approvati dalla Giunta regionale dell’Umbria saranno presentati oggi all’Hotel Plaza di Perugia nel corso della “Giornata umbra dell’energia”. La Regione si propone di utilizzare l’energia solare per la produzione di energia elettrica in edifici di proprietà comunale e di mettere a punto la riqualificazione energetica di reti o sistemi di illuminazione pubblica.

I due provvedimenti rientrano tra le Azioni del POR FESR 2007-2013 a sostegno della produzione di energia da fonti rinnovabili e per l’efficienza energetica. L’assessore all’ambiente Silvano Rometti precisa che si tratta di azioni complementari, che mettono insieme produzione di energia da fonti rinnovabili e risparmio energetico grazie all’adozione di misure e tecnologie particolarmente efficienti. L’obiettivo è realizzare, con le risorse a disposizione, cento ‘scuole solari’ e mille ‘punti luce intelligenti’.

Il Bando per l’efficienza energetica nella pubblica illuminazione prevede il finanziamento di interventi per la riqualificazione di reti o sistemi di pubblica illuminazione, di proprietà del Comune o di Comuni, che sono al servizio di strutture o infrastrutture di pubblica utilità o interesse.

Questa linea di intervento, spiega Rometti, ha l’obiettivo di razionalizzare l’uso dell’energia per ottenere un’effettiva contrazione di consumi e l’abbattimento dell’inquinamento luminoso, favorendo anche l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile. Inoltre, per migliorare il grado di efficienza degli impianti è previsto l’utilizzo delle moderne tecnologie per risparmio, telecontrollo e fonti di energia solare.

Sono inoltre previsti interventi su impianti di illuminazione a servizio di impianti sportivi o per l’illuminazione di soggetti di interesse artistico, storico, archeologico e di alto valore culturale. I progetti ammissibili al bando faranno parte di due graduatorie distinte: per i Comuni con popolazione inferiore a 5 mila abitanti il contributo non potrà superare il 70% e per quelli con popolazione superiore il 60% della spesa ammessa per il finanziamento.

I Comuni avranno 90 giorni di tempo per presentare la domanda di contributo dalla data di pubblicazione dei bandi nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria.

Fonte: Regione Umbria