A inizio agosto, il 10, due sub-esploratori di Genova, durante una delle loro immersioni, si sono imbattuti in un relitto a largo delle coste di Moneglia, località situata nel levante ligure, e ne hanno dato notizia alle Autorità competenti che si sono messe a lavoro per identificare quanto scoperto.

Secondo il responsabile del Centro Sub Tigullio, Lorenzo Del Veneziano, si tratterebbe del piroscato ‘Enrichetta’ che nel lontano 1917 era stato affondato da un sommergibile tedesco proprio a largo di Moneglia.

L’Enrichetta era carico di materiale ferroviaro e si è adagiato sul fondale a 150 metri di profondità in una “fossa che va da 150 a 260 metri” come ha spiegato lo stesso Del Veneziano che precisa “Siamo certi che si tratti dell’Enrichetta perché in quella zona risultano affondate solo due relitti mai più rinvenuti. Uno è del cacciatorpediniere Gioberti, l’altro del piroscafo Enrichetta. Solo che il Gioberti era una imbarcazione a due eliche, quella che abbiamo trovato è a un’elica solo. Non puà dunque che essere l’Enrichetta”.