Il premier Matteo Renzi risponde dall’Emilia Romagna a Beppe Grillo dopo gli attacchi del leader del Movimento 5 Stelle arrivati dal Piemonte“Ci sono pagine del passato che non vanno citate neanche per scherzo e non devono mai essere usate come spot elettorale”.

Il presidente del Consiglio, impegnato nella campagna elettorale per le elezioni europee del prossimo 25 maggio, è tornato sugli scandali che hanno ancora una volta riguardato i politici e ha dichiarato: “Così come si fa il daspo ai tifosi, per tenerli lontani dagli stadi, così va fatto il daspo ai politici che prendono le tangenti. Queste persone noi non vogliamo vederle, in giro, mai più”.

Sullo scandalo Expo Matteo Renzi è stato chiaro, “Non lasceremo l’evento in mano ai tangentisti”, sul reddito di cittadinanza proposto dal M5S, “Parlano di reddito di cittadinanza? Gli italiani non chiedono l’elemosina di stato, chiedono di lavorare e per questo bisogna mettere le aziende in condizioni di assumere” e infine sull’immigrazione: “Noi non possiamo pensare che l’immigrazione si possa gestire mandando Borghezio al parlamento europeo: poi è chiaro che l’Europa ci volta le spalle”.