Matteo Renzi è coraggioso e nella sua politica di riforme può vantare l’appoggio anche della Gran Bretagna. Ad annunciarlo il premier inglese, David Cameron, che ha incontrato l’ex sindaco di Firenze a Londra: “Avanti con la riforma del lavoro, abbiamo ancora molto da fare – le prime parole di Renziil cambiamento? I dati sulla disoccupazione lo dimostrano; nel 2011 l’Uk era all’11% e l’Italia all’8,4%, ora loro sono al 7%” e noi al 12,3%: in questi anni abbiamo perso troppa strada, noi abbiamo un sistema che manca di flessibilità. In Italia abbiamo 2100 articoli nel codice del lavoro. Noi pensiamo di scendere a 50-60 articoli, traducibili anche in inglese, che assicurino tempi certi”.

Un modo di pensare e agire che trova David Cameron favorevole: “La presidenza italiana in Europa è estremamente importante: Matteo vuole mettere crescita e lavoro come temi centrali e noi concordiamo. L’Ucraina? Non possiamo permettere che la Russia faccia ciò che vuole. I paesi europei hanno diverse idee ma siamo d’accordo sul fatto che il prossimo consiglio Ue dovrà stabilire un piano dettagliato di sanzioni”.

LEGGI ANCHE

Riforma Senato Renzi: il premier alza la posta “Chi frena sulle riforme va a casa”

Riforma Senato Renzi: c’è l’ok, il Premier “Finita una discussione durata 30 anni”

Berlusconi Renzi: “Matteo, devi essere coerente, non come la sinistra”