Matteo Renzi che parla in un inglese stentato non poteva non diventare uno dei bersagli privilegiati dell’ironia sul web (guarda qui il video). La rete è così: è spietata, ama accanirsi contro qualsiasi cosa e contro chiunque gli permetta di divertirsi. Perché la rete siamo noi in fondo, pronti a lanciarci al primo passo falso degli altri, a creare video parodie e ad esasperare al massimo quelle che a volte resterebbero sciocchezze, se non prese affatto in considerazione.

Non tutto è negativo però. Anzi. L’ironia e il guardare le cose sotto un punto di vista ironico è anche uno del dono più bello di cui molti di noi sono portatori. Renzi per primo è bravissimo ad ironizzare, su se stesso e sugli altri. Perciò si sarà divertito anche lui a guardare le decine di video parodia che sono spuntati in rete, dei veri e propri remix musicali creati partendo dalle sue frasi in inglese.

Ve ne proponiamo alcuni, molto divertenti. Nel primo viene usata come base “Surfin’ Bird” di The Trashman, diventata per l’occasione “Shish is the world“.