Per il Presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi, il vertice europeo a Bratislava (il primo dopo l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Euopea) non si è concluso affatto bene. Il Premier ha infatti deciso di non prendere parte alla conferenza stampa assieme alla Cancelliera tedesca Angela Merkel e al Presidente francese François Hollande e ne ha spiegato anche i motivi.

Non sono soddisfatto delle conclusioni del vertice in merito a crescita e immigrazione“. Questi i motivi che hanno spinto Matteo Renzi a rifiutarsi di comparire in conferenza stampa accanto a quelli che fino ad ora erano stati considerati degli alleati. Il Presidente del Consiglio italiano ha anche aggiunto: “Non devo fare una recita a copione per far vedere che siamo tutti uniti” e poi su Twitter specifica che sebbene qualche piccolo passo avanti sia stato compiuto, senza cambiare la sua politica su economia e immigrazione l’Europa rischia davvero molto.

E così, mentre Angela Merkel e François Hollande si presentano in conferenza stampa e dichiarano che c’è compattezza (almeno tra Germania e Francia, si potrebbe aggiungere), Matteo Renzi e le sue dichiarazioni lascerebbero intendere che la totale compattezza probabilmente non c’è affatto. Il Premier italiano avrebbe contestato il fatto che l’austerity tanto sbandierata dalla Germania non avrebbe funzionato e che bisognerebbe piuttosto puntare ad una strategia che possa favorire la crescita economica. Per quanto riguarda l’immigrazione invece, Matteo Renzi avrebbe criticato il presunto pensiero secondo cui l’Europa avrebbe pensato di risolvere del tutto il problema dei migranti affidandosi soltanto ad un accordo con la Turchia. E a tal proposito avrebbe chiarito: “O l’Unione Europea fa accordi con tutti i Paesi africani o li facciamo da soli“.