Due ore di incontro tra il premier Matteo Renzi e il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi. L’ex Cavaliere è arrivato alle 8.30 ed è uscito alle 10.30. Al faccia a faccia, presenti anche gli esponenti azzurri Gianni Letta Letta e Denis Verdini, è servito per fare il punto sulla riforma del Senato e sulla legge elettorale.

Oggi pomeriggio, intorno alle 15, Berlusconi terrà un summit con i gruppi parlamentari del partito per tirare le somme dell’incontro con l’ex Sindaco di Firenze. Per Renzi la mattinata di appuntamenti prosegue con una delegazione parlamentare del Movimento 5 Stelle: anche in questo caso, ci sarà un approfondimento sulle riforme. Difficile che ci sia pure Beppe Grillo che, mentre Renzi vedeva Berlusconi, ha twittato: “Il presidente del Consiglio Renzi, nonostante i ripetuti solleciti della delegazione del M5S, non ha ancora fatto sapere quando li incontrerà per discutere della legge elettorale. Nel frattempo stamattina sta incontrando a Palazzo Chigi il Noto Pregiudicato, accompagnato da Gianni Letta, per discutere delle riforme”. “.

Ieri, a Porta a Porta, Renzi ha fatto sapere che con Berlusconi finora tutto è andato molto bene, che il leader di Forza Italia ha rispettato tutti gli accordi presi il 10 gennaio e che sia con lui, sia con Grillo sono possibili accordi esclusivamente sulle riforme, non sul governo. In Senato, intanto, è ripreso l’esame del ddl di riforme costituzionali e del Titolo V.

La commissione Affari Costituzionali sta discutendo, in particolare, le norme relative alle firme necessarie per la presentazione in Parlamento delle leggi di iniziativa popolare e il loro iter parlamentare. Il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi ha mostrato ottimismo sull’andamento dei lavori, auspicando che l’incontro tra Renzi e Berlusconi possa imprimere “un’accelerata definitiva” sulle riforme.