Sono previsti degli sconti e delle agevolazioni fiscali per gli imprenditori che decideranno di investire nelle loro aziende. Ad assicurarlo è Matteo Renzi in un suo intervento fatto dal palco del “Tour delle 100 città” passato da Verona e ribadito poi anche all’Unindustria di Treviso.

Durante il comizio che ha tenuto a Treviso, Renzi ha fatto la sua promessa agli imprenditori: “Chi nel 2016 investirà in beni strumentali della propria azienda avrà la possibilità di portare in ammortamento non il 100 per cento, ma il 140 per cento. Varrà per un anno solo”.

Renzi ha dichiarato che il provvedimento varrà unicamente il prossimo anno: “Chi decide nel 2016, e solo nel 2016, e investirà in beni strumentali di ogni genere, avrà la possibilità in automatico di portare in ammortamento non il 100% ma il 140%” dell’investimento effettuato. Chi lo farà “deve avere uno sconto fiscale”. Il premier ha inoltre confermato il taglio a partire dal 2016 dell’Ires, ovvero l’imposta sul reddito delle società.

Matteo Renzi ha poi speso parole di fiducia per lo stato dell’economia italiana attuale. Il presidente del Consiglio ha assicurato che: “finalmente l’economia riparte e la recessione è alle spalle”, per poi aggiungere anche che “la musica sta cambiando”,

Il premier ha quindi parlato di numeri, dichiarando come negli ultimi anni il Pil italiano sia sceso ed è destinato a farlo ulteriormente: “adesso è intorno all’1%, la nostra previsione è dello 0,9%”. Matteo Renzi ha inoltre confermato che le riforme proseguiranno: “Non mollo di un millimetro”.

In proposito, Renzi ha dichiarato che, dopo l’approvazione della riforma del Senato che ormai è alle fasi finali, toccherà alla legge di stabilità: “Giovedì 15 alle 8 e 30 è convocato il Consiglio dei Ministri che approverà la legge di stabilità, che poi sarà trasmessa al Parlamento per il lavoro delle Commissioni e del Senato.[...] Nella legge di stabilità giocheremo il jolly perché la ripresa si consolidi e diventi più forte”.