Il fatto risale al 20 agosto 2011 ed è avvenuto a Cerro Veronese – ovviamente siamo in provincia di Verona. Una pattuglia di carabinieri scorta un carro attrezzi che deve rimuovere la Fiat Multipla di Marisa Brunelli. Il mezzo impedisce il passaggio in un vicolo privato con accesso pubblico.

Il comune ha chiesto più volte di spostare l’auto, e la famiglia Brunelli si è sempre opposta affermando che l’auto si trova su un terreno di loro proprietà. La situazione degenera, perché la signora tenta di opporsi alla rimozione salendo sul tettuccio dell’auto.

Nel video che è stato trasmesso dalla trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?” si vede anche la donna che colpisce il Carabiniere, che risponde colpendo alla volto la signora Brunelli. A questo punto si scatena una rissa, che porta alla condanna per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale della protagonista di questa storia e dei suoi familiari.

Davanti alle telecamere della Rai, la difesa di Marisa Brunelli si è lamentata del fatto che la magistratura non ha acquisito, nei diversi gradi di giudizio, il filmato – probabilmente girato con uno smartphone. Per questo la signora ed il suo avvocato hanno pensato di rivolgersi a “Chi l’ha visto“: sperano che la trasmissione delle immagini possa muovere qualcosa e permettere la revisione del processo. Per ora l’unico risultato è che il video ha già raggiunto il milione di visualizzazioni sulla pagina Facebook della trasmissione Rai.