La politica 2.0 non accende i suoi scontri solo all’interno delle aule parlamentari ma anche sui social. E quando a darsi battaglia sono due “re” della comunicazione mediatica e soprattutto della comunicazione sulla rete, se ne vedono delle belle. Capita quindi che Matteo Renzi risponda su Twitter alla provocazione di Beppe Grillo (“Si chiama colpo di Stato. Mussolini ebbe più pudore, non lo chiamò “riforme“) con spiazzante ironia:

E capita poi che Beppe Grillo, ovviamente, non resti di certo in silenzio e risponda a sua volta per le rime, in modo anche molto più provocatorio. Questo l’affondo:

Se tutto questo può risultare divertente, ricordarci che sia Renzi sia Grillo guidano in qualche modo il destino di questo Paese, ci fa smettere di ridere.