“Credo che il nostro gruppo martedì voterà contro le riforme”, così Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia, è intervenuto a Bari in occasione della presentazione del candidato governatore pugliese del centrodestra, l’oncologo Francesco Schittulli. Toti ha voluto spiegare la sua posizione riferendosi direttamente al premier Matteo Renzi affermando che “per lui la condivisione è ‘io dico una cosa e voi fate sì con la testa’”, sottolineando come “di fronte a tutto questo francamente ci sembra che le riforme, che erano un tassello del progetto a cui avevamo contribuito, siano crollate, definendo le riforme del governo Renzi “mediocri e uscite male”.

Sull’ipotesi di un “soccorso” a Renzi da parte di alcuni deputati, il consigliere di Fi ha precisato: “I nostri parlamentari manifesteranno compattamente il dissenso di Fi verso il percorso delle riforme che si è interrotto non per nostra volontà ma per l’inaffidabilità del premier”. Toti ha anche sottolineato che “gli strappi parlamentari di queste ultime ore sono stati un fattore aggravante di un percorso che non solo non è più di condivisione ma di autoreferenzialità da parte del Pdannunciando per le prossime ore una riunione del gruppo FI per decidere “le modalità di voto, dopo esserci consultati con le altre opposizioni”.