Sta facendo il giro del mondo l’intervista a Rihanna, registrata in occasione del programma televisivo ‘Oprah’s next chapter’, della celebre presentatrice americana Oprah Winfrey, nella quale la cantante si schiera in difesa del suo ex fidanzato, Chris Brown, che l’ha picchiata tre anni fa, poco prima dei Grammy Awards.

Nell’intervista Rihanna racconta del pestaggio subito e dichiara si aver perdonato l’ex fidanzato Chris Brown consapevole che tale gesto è stato compiuto poiché lui si trovava in un periodo molto difficile della sua vita.

La cantante dichiara che essersi sentita dispiaciuta per l’accaduto poiché “Nobody’s going to say he needs help, everybody’s going to say he’s a monster, without looking at the source”, ‘Nessuno avrebbe detto che lui aveva bisogno di aiuto, ma solo che era un mostro, senza guardare alle motivazioni del gesto’.

Il dramma della vicenda non terminò nella lite, spiega Rihanna, ma proseguì nell’impossibilità di incontrare di Chris Brown, finendo così per perdere ‘my best friend. Everything I knew switched, switched in a night. And I couldn’t control that”, ‘il mio migliore amico. Tutto ciò che conoscevo si spense in una notte. E non potevo controllarlo”.

Le dichiarazioni di Rihanna, invece che commuovere stanno preoccupando le associazioni che si occupano di donne maltrattate poiché, spiegano, la reazione della cantante è quella tipica di una vittima che, per giustificare il compagno, di addossa colpe non sue.