Una fine terribile quella di Alan Catterall, un 54enne di Runcorn nel Regno Unito. L’uomo si trovava all’interno di un forno industriale per una riparazione, quando -come riportato dal Daily Mail- un suo collega lo ha chiuso dentro senza rendersi conto che stava ancora lavorando. Poi ha acceso il forno -uno di quelli che raggiungono i 280°- ed ha messo la sicura.

A quel punto, accortosi del pericolo, Alan avrebbe cercato di attirare l’attenzione con un piede di porco ma nessuno ha sentito la sua richiesta di aiuto per via dell’ambiente di lavoro troppo rumoroso.

Quando dalla fornace è iniziato ad uscire del fumo, gli operatori si sono accorti che qualcosa non andava, per Alan ormai non c’era più niente da fare.

Il procuratore Andrew Thomas ha chiarito come sarebbero andati i fatti: “La mattina dell’incidente un guasto aveva coinvolto uno dei forni. Catterall ha riparato la macchina in circa un’ora. Purtroppo, un suo collega non ha capito che il signor Catterall stava ancora lavorando all’interno del forno quando ne ha chiuso lo sportello. Catterall non aveva alcuna via di fuga e possibilità di lanciare un allarme verso l’esterno

L’azienda nella quale lavorava Alan -la Pyranha Ltd.- adesso è sotto processo con accusa di omicidio colposo aziendale.