Ennesimo caso di violenza su una donna a Rimini, dove una ragazza di 28 anni si trova ricoverata presso l’ospedale Bufalini di Cesena dopo essere stata sfregiata con l’acido dal suo ex compagno.

La vittima rischia ora di perdere la vista. Alla base del gesto dell’ex fidanzato, originario di Capo Verde, ci sarebbe stata la decisione di troncare il rapporto. L’uomo è stato fermato dalla polizia.

Secondo i testimoni i rapporti tra i due sarebbero divenuti difficili da qualche tempo, e già l’anno scorso la ragazza aveva scelto di interrompere la storia, anche a causa dei numerosi maltrattamenti subiti: la ragazza aveva infatti denunciato insulti e violenze fisiche.

A questo proposito in estate era stato aperto un fascicolo sulla vicenda, che aveva avuto come conseguenza un provvedimento di ammonimento nei confronti dell’uomo, disposto dal questore di Rimini, Maurizio Improta.

Solo in Emilia Romagna il 2016 ha visto 11 femminicidi, mentre altri 4 fortunatamente non sono sfociati nella morte di una donna: in tutto quasi il doppio rispetto a quanto rilevato nel 2015.

Il caso della ragazza di Rimini ricorda quanto avvenuto a Lucia Annibali, forse la vittima più tristemente famoso di questo increscioso fenomeno: nel 2013 l’avvocatessa era sfregiata da due sicari ingaggiati dall’ex Luca Varani, poi condannato a 20 anni per stalking e tentato omicidio. Ai due complici è stata invece comminata una pena di 12 anni di carcere.