Si registra un nuovo episodio di violenza sessuale a Rimini, stavolta denunciato da una studentessa spagnola che sabato si è presentata ai carabinieri sporgendo denuncia. La vittima, appena 20enne, sarebbe stata avvicinata da due uomini in un locale venerdì notte e, dopo aver bevuto un drink con loro, si sarebbe appartata. In quel momento sarebbe scattata la violenza anche se la giovane, stando alle prime informazioni, non ricorderebbe né i particolari della presunta violenza né avrebbe saputo fornire una descrizione degli aggressori. Particolari che avrebbero potuto consentire ai militari di catturare i due ragazzi, forse di nazionalità italiana.

Terminata la serata in discoteca, la vittima sarebbe tornata a casa con degli amici e, quando si è risvegliata, avrebbe accusato dei forti dolori alle parti intime. Così si sarebbe accorta della presunta violenza sessuale. Immediato il trasporto al pronto soccorso dove i medici hanno riscontrato lievi lesioni esterne che, dunque, non escludono una possibile violenza sessuale.

Bisognerà capire, tra l’altro, se la giovane quella sera fosse sotto effetto di alcol o stupefacenti: circostanza che potrebbe aggravare la posizione dei due presunti aggressori italiani (come è già successo con il caso dei due carabinieri in servizio che avrebbero violentato due ragazze nell’androne del palazzo in cui abitavano, ndr).