Un ragazzo americano non è riuscito a trattenere la sua rabbia e, dopo aver scoperto che la ragazza era stata violentata, ha reagito in modo violento e innescando una tragedia mortale.

Il protagonista della storia drammatica è Joseph Christen Thoresen, residente a Deer River nella contea di Itasca, nello stato del Minnesota. Così come riporta la stampa locale, il giovane era stato arrestato lo scorso 21 giugno ma non a causa del delitto. L’uomo, infatti, era stato scoperto a bordo di un’autovettura intestata a David Alexander Haiman, su cui c’era una denuncia per sparizione a carico. Thoresen stava cercando di sbarazzarsi dell’auto cercando di venderla ad un terzo soggetto, quindi è stato fermato dagli agenti. A confessare il fatto è stata la stessa fidanzata del ragazzo che, dopo aver ammesso la violenza subita, ha rivelato la vendetta brutale del compagno. Secondo quanto riportato dalla donna, i due stavano solo discutendo ma poi la lite è degenerata: a quel punto Thoresen ha colpito lo stupratore della ragazza alla testa con una mazza da baseball e poi lo ha decapitato con un machete.