E’ successo alle Olimpiadi di Rio 2016 dove una telecamera sospesa è caduta sul pubblico causando diversi feriti. Secondo le prime indiscrezioni, come riportato dalla tv “Globo”, la telecamera si trovava sospesa su un cavo all’interno del Parco olimpico di Rio, nei pressi dell’Arena di pallacanestro. Improvvisamente, però, è piombata addosso ai presenti. Nello specifico, come raccontano i testimoni oculari, un cavo si sarebbe spezzato ferendo almeno due donne e un bambino di undici anni che sono stati immediatamente soccorsi. “Quando è successo tutti hanno cominciato a correre terrorizzati” ha riferito Chris Adams, tecnico delle ginnaste inglesi che era presente nel momento dell’incidente.

Rio 2016, indagini sull’incidente

Le condizioni di salute dei feriti non sarebbero affatto gravi anche, se come raccontano i testimoni, sarebbero tutti ancora sotto choc: i soccorsi, tra l’altro, sono stati molto rapidi. Adesso il comitato organizzativo vuole far luce sull’accaduto, chiedendo spiegazioni all’OBS, ovvero all’organizzazione di broadcasting che produce le immagini televisive per conto del Cio. Come è possibile che una telecamera sospesa possa staccarsi e cadere sul pubblico? Cosa non ha funzionato? Un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia ma che, fortunatamente, non ha fatto vittime.

Rio 2016, 7 feriti

In totale, dunque, sarebbero sette le persone rimaste ferite: due donne sarebbero state colpite dalla telecamera sospesa mentre gli altri cinque dal cavo che sorreggeva l’apparecchiatura. Tra i feriti, stando alle prime indiscrezioni, ci sarebbero anche due bambini, uno di 8 e l’altro di 11 anni.