Lauren Wasser, 24 anni, modella a Los Angeles con una storia allo stesso tempo tragica ma a lieto fine. A causa di un assorbente interno, infatti, ha quasi rischiato di morire e si è salvata grazie all’amputazione di una gamba.

La sua storia, lei ha deciso di raccontarla a Vice, affinché nessun’altra donna corra i suoi stessi rischi.

Il 3 ottobre del 2012, Lauren compra degli assorbenti interni di marca “Kotex Natural Balance”, ne utilizza uno e durante la giornata passata fuori casa, non nota alcun fastidio particolare a parte una stanchezza insolita.

Tornata a casa si mette a dormire ma quando si risveglia ha la febbre così alta che la madre la porta in ospedale. I medici capiscono che sta avendo un attacco di cuore causato da un’infezione, causata appunto, dall’assorbente interno che fatto appositamente analizzare è risultato positivo alla “sindrome da shock tossico”.

https://twitter.com/suleikajaouad/status/611286024732430336

Così i medici, per salvarle la vita, l’hanno indotta in coma farmacologico ma la sua gamba destra era in cancrena ed hanno dovuto amputargliela. Quando è tornata a casa Lauren ha pensate seriamente al suicidio: “Ero un tipo di ragazza, ero un’atleta e ora non riuscivo neanche ad andare in bagno da sola”. I genitori le sono stati accanto e l’hanno aiutata a superare questo grosso momento di difficoltà. Oggi ha 27 anni e al posto della gamba ha una protesi: “Sappiamo che le sigarette possono ucciderci e quando decidiamo di fumarle lo stesso è una nostra scelta. racconta- Ora che ho acquisito tutte le informazioni sulla sindrome da shock tossico, so che non avrei mai dovuto usare quel tampone”.