Mentre la crisi sta distruggendo la maggior parte dei mercati, il comparto crocieristico continua a cresce dimostrando di essere competitivo e pronto alle sfide del futuro.

Secondo i dati riportati da Clia e European Cruise Council, associazioni di settore, la crescita tra il 2010 e il 2011 è stata pari al 10%.

Più di 20 milioni sono stati infatti i turisti che hanno scelto di intraprendere il loro viaggio a bordo di una nave da crociera, 11,5 milioni in Nord America e 6,2 milioni in Europa, nel 2010 erano stati invece 18,7 milioni.

In generale, anche il nostro Paese ha registrato una crescita nel settore pari al 4% rispetto al 2010 e al 12,5% rispetto a 5 anni fa, il tutto per 923 mila crocieristi italiani.

Il Presidente e Ad di Clia, Christine Duffy sottolinea come questi dati siano in grado di dimostrare la crescita di questo settore, “una crescita del 10% a livello globale non può che regalarci una soddisfazione importante. Per la prima volta, i passeggeri europei hanno superato i 6 milioni, mentre i crocieristi australiani sono stati più di 500.000. Numeri che dimostrano la solidità del nostro settore, a conferma dei continui investimenti per l’innovazione operati dal comparto”.