Sabato rinascerà ufficialmente Forza Italia; che sia una buona o una cattiva notizia sarà il tempo a dirlo, ma sicuramente sarà una svolta epocale nella politica italiana degli ultimi anni. Ci sarà l’azzeramento di tutte le cariche e si ripartirà, a testa bassa.

L’annuncio è stato dato oggi da Daniele Santanché, una delle sostenitrici da sempre di Silvio Berlusconi e una delle personalità politiche pronte a seguire le orme dell’ex Premier nel nuovo progetto denominato Forza Italia: “Quello che dobbiamo fare al Consiglio nazionale di sabato è ratificare il documento di Silvio Berlusconi, votato all’unanimità dall’Ufficio di presidenza, dove si dice che dal Popolo della libertà si passa a Forza Italia. Con il conseguente azzeramento delle cariche, che andranno tutte in mano al presidente Berlusconi”.

La Santanché, ai microfoni di Radio Città Futura, prosegue: “E’ l’inizio di un percorso nuovo in cui si torna alla centralità delle cariche a Silvio Berlusconi – precisa – poi sarà lui a decidere a chi dare o non dare gli incarichi. Due coordinatori? Sarebbe una scelta profondamente sbagliata perché sancirebbe una frattura all’interno del nostro movimento politico. Non si può nascondere che stiamo discutendo moltissimo e che ci sono linee politiche diverse tra di noi, però tutti auspichiamo che ci sia l’unità del nostro movimento politico. Anche perché la spaccatura sarebbe un grande vantaggio per la sinistra”.