Drammatica vicenda, terminata per fortuna con un lieto fine, in quel di Rocca di Papa. Nel bosco del piccolo comune in provincia di Roma e appartenente alla Comunità montana Castelli Romani e Prenestini è stata trovata nuda una ragazzina 14enne. La giovane era in fuga dal tentativo di stupro del patrigno.

I fatti sono avvenuti sabato scorso, il 12 settembre. Verso sera la ragazzina, che vive in Romania insieme ai nonni, è andata a fare una passeggiata con il compagno di sua madre, cui aveva fatto visita per quella sperava potesse essere una piacevole vacanza. La passeggiata tra i boschi di Rocca di Papa si è però trasformata in un tentativo di stupro da parte dell’uomo, che ha cercato di abusare della giovane.

L’uomo ha prima strappato di dosso i vestiti alla 14enne, quindi l’ha palpeggiata in maniera violenta e poi ha tentato di stuprarla. Fortunatamente la ragazza è riuscita a liberarsi dall’uomo ed è poi scappata per il bosco di Rocca di Papa mezza nuda. È a questo punto che la ragazzina è stata vista da un passante, che però non è riuscito a fermarla nella sua fuga. La giovane ha poi raggiunto in lacrime la sua madre naturale, una donna di 35 anni che lavora come domestica in una villa del comune nella provincia di Roma.

Il passante ha comunque allertato le forze dell’ordine. Una volta accompagnata la ragazza in ospedale per gli accertamenti del caso, sono partire le ricerche dell’uomo che aveva tentato di violentarla. I militari locali diretti dal capitano della Compagnia di Frascati Melissa Sipala hanno fatto finta di andarsene dalla casa della madre della vittima, salvo essere appostati proprio nel bosco di Rocca di Papa in cui era avvenuto il tentativo di stupro. L’uomo, un cittadino romeno di 50 anni che lavorava nella stessa villa insieme alla compagna come giardiniere, è caduto nella trappola delle forze dell’ordine ed è stato arrestato con l’accusa di tentata violenza sessuale.