“I numeri di quest’anno sono tanto più importanti perché realizzati in un anno di crisi globale. La credibilità conquistata negli anni da Rock in Roma ci ha permesso quest’anno di realizzare un cartellone da fare invidia ai più grandi festival europei e l’anno prossimo abbiamo intenzione di proseguire con questo trend in crescita: abbiamo già annunciato Mark Knopfler per il 13 luglio 2013, ma stiamo lavorando ad altri nomi per completare un supercast che annunceremo da ottobre-novembre in poi”.

Parla così Massimiliano Bucci, il produttore della rassegna Postepay Rock in Roma 2012 che si è conclusa con il concerto dei Radiohead, che si sarebbe dovuto tenere a giugno, ma che è stato rimandato a causa del crollo del palco che ha visto coinvolta la band a Toronto.

Il Rock in Roma, che quest’anno ha visto in cartellone nomi di vero vanto per l’Italia, è andato avanti tutta l’estate e ha portato nella capitale 190.000 persone che hanno assistito a 26 concerti dal vivo di artisti sia italiani che internazionali.

Siamo dunque curiosi di scoprire chi ci sarà l’anno prossimo.