Non desiderare la donna d’altri, c’è scritto su qualche antica tavola di pietra; a questo punto, considerando quanto accaduto a Roma, sarebbe necessario aggiungere una postilla: se ti è possibile, evita anche di guardarla, la donna d’altri. Nella tarda serata di ieri, infatti, un uomo di 42 anni con precedenti penali ha raggiunto l’ospedale di Albano con numerose ferite di arma da taglio al torace e alla testa. I medici hanno immediatamente chiamato i carabinieri, che, accorsi sul posto, si sono sentiti raccontare dalla vittima l’incredibile storia della sua aggressione: secondo l’uomo, ad assalirlo, armato di accetta, sarebbe stato un marocchino da 21 anni da tempo residente nelle case popolari in zona Divino Amore. Motivazione: la vittima avrebbe guardato con troppa insistenza la moglie dell’aggressore, scatenando in lui un raptus di gelosia, tramutatosi rapidamente in raptus di furia omicida. Una ricostruzione che sarebbe stata confermata anche da alcuni testimoni, che hanno riferito ai carabinieri di come la lite per uno sguardo di troppo si sia improvvisamente trasformata in una tragedia.

I carabinieri si sono recati immediatamente in via Papiri, dove risiedono entrambi i protagonisti di questa incredibile vicenda. Nella casa del presunto aggressore non è stata trovata alcuna accetta, in compenso i militari hanno rinvenuto una maglia piena di sangue, più che sufficiente a far scattare l’arresto immediato con l’accusa di tentato omicidio: ora il 21enne si trova a Regina Coeli, a disposizione dell’autorità giudiziaria. La vittima si trova ancora ricoverata in gravi condizioni.