Ancora un caso di maltrattamenti su bambini in un asilo nido, questa volta comunale: a Roma Il Nido del Parco è stato oggetto delle attenzione dei carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di San Pietro, che hanno tratto in stato di arresto un’educatrice che lavorava nella struttura.

Altre due insegnanti sono invece state sospese con l’accusa di maltrattamenti aggravati. Intercettazioni ambientali e telecamere nascoste hanno consentito alle forze dell’ordine di accertarsi di quanto succedeva presso la scuola sita nel quartiere Aurelio.

I bambini – di un’età compresa tra i 12 e i 24 mesi – venivano schiaffeggiati, strattonati, insultati e obbligati a mangiare in modo forzoso, con tanto di bocca tappata per evitare che potessero vomitare.

Le insegnati erano poi soliti trattenerli con violenza sui passeggini, abbandonarli a se stessi e punirli con l’esclusione dalle attività in caso di disubbidienza.

La scuola è rimasta aperta e dalla direzione è stato fatto sapere che le indagini hanno preso di sorpresa tutti, non avendo mai ricevuto lamentela da parte dei genitori dei bambini (circa una trentina quelli ospitati nel nido).

Appena qualche giorno fa c’era stato l’analogo caso dell’asilo di Grosseto, ma si tratta di una serie di crimini che le cronache tendono a trattare con cadenza purtroppo quasi regolare.