La Procura di Roma ha spiccato un mandato di arresto ai domiciliari ed uno di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti di Francesco Alvaro, un dirigente di Farmacap, azienda partecipata del Comune di Roma, e di un imprenditore.

Le ordinanze sono state eseguite dai Carabinieri e l’accusa sarebbe quella di turbativa d’asta e falso nella procedura di affidamento della gestione di strutture e servizi pubblici ad una azienda comunale di Roma. L’inchesta riguarderebbe l’appalto per la mensa di un asilo nido pubblico nel quartiere Infernetto.

Insieme ad Alvaro, risulta indagato anche l’imprenditore Giuseppe Giordano, titolare di Dragona Servizi. Sembrerebbe che Farmacap (che gestisce decine di farmacie comunali a Roma) negli ultimi anni abbia acquistato diversi immobili, affidati in seguito a privati. Fra questi anche l’asilo nido su cui è stata puntata la lente d’ingrandimento degli inquirenti.

Secondo il pm Nadia Plastina ed i carabinieri del Nas, l’appalto per i servizi dell’asilo nido, per un importo totale di 216mila euro da distribuire in sei anni, è stato affidato ad un privato attraverso una gara ad hoc.