È terminata ieri la fuga di “Lady Theft”, una donna ricercata in tutta Europa e conosciuta come la “regina dei ladri”: su di lei, infatti, pendeva un mandato di arresto internazionale. A beccarla sono stati i carabinieri della stazione di Roma San Lorenzo in Lucina che hanno catturato due donne di 31 e 34 anni, oltre ad una ragazza minorenne, nomadi di origine slave, sorpresi a rubare il portafoglio a una turista cinese di 68 anni, in vacanza nella Capitale. Solo grazie ad accertamenti certosini, i militari hanno capito di trovarsi dinanzi alla “regina dei ladri” che era ricercata da anni in tutta Europa.

Dai Paesi Bassi a Roma, la fuga della regina dei ladri

Su “Lady Theft” pendeva un mandato d’arresto europeo, emesso a marzo 2013 dalle autorità olandesi. Una cattura che, dunque, è arrivata quasi per caso: due militari in borghese hanno notato le tre donne mentre si appostavano dietro ad un gruppo di cinesi, così le hanno seguite e sono intervenuti in flagranza di reato, quando le malviventi hanno allungato le mani per sottrarre loro il portafoglio.

La “regina dei ladri” era ricercata per diversi borseggi nei Paesi Bassi. Ora per la nomade “furbetta” si sono aperte le porte del carcere di Rebibbia, in attesa dell’estradizione. L’altra donna, invece, resta in attesa del rito in direttissima mentre la minore è stata trasferita in un centro di prima accoglienza.