Incredibile episodio quello avvenuto ieri pomeriggio a Roma, nei pressi del Colosseo. Intorno alle 18.30, infatti, un 27enne polacco è riuscito a introdursi nella struttura dopo l’orario di chiusura, scavalcando la recinzione.

A riprenderlo numerosi turisti presenti, incuriositi dallo strano comportamento dell’individuo. L’uomo però si è poi dimostrato violento e agitato, aggredendo due vigilentes che gli sono andati incontro per fermarlo.

I testimoni parlano di frasi scomposte, calci, pugni e sputi. Attirati dal trambusto sono arrivati anche i vigili del Gruppo Speciale Sicurezza Urbana, che hanno fermato con non qualche difficoltà l’individuo, armato anche di tirapugni.

L’ultima follia al momento del blocco, quando il polacco ha iniziato a urlare di essere Batman e di voler sorvolare il Colosseo.

Portato in caserma, l’uomo deve rispondere delle accuse di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Inoltre durante l’arresto il veicolo è stato danneggiato seriamente, con tanto di ferite autoinferte, curate presso l’ospedale Vannini, dove per tutta la notte è stato piantonato da alcuni agenti.

Due tra questi hanno ricevuto una prognosi di 10 giorni. Inoltre dovranno sottoporsi a profilassi per verificare un eventuale contagio, dato che sono venuti a contatto con la saliva dell’uomo, sul quale dovranno essere eseguite analisi per stabilirne l’eventuale assunzione di sostanze psicotrope.