Alla periferia di Roma, nei palazzi popolari di San Basilio, alcune persone sono scese in strada per evitare che una famiglia marocchina potesse prendere possesso di una casa popolare che le era stata assegnata dal Comune. “Qui non vogliamo negri, tornavatene a casa col gommone” avrebbero detto, secondo quanto riferiscono i presenti. Solo con l’arrivo della polizia la situazione è tornata quasi alla normalità anche se la famiglia ha preferito rinunciare alla casa e cinque persone sono state denunciate.

Famiglia marocchina non gradita dai vicini

Una protesta che segue lo sgombero di alcuni giorni fa degli inquilini abusivi che occupavano, senza averne alcun titolo, la casa popolare. Intanto le indagini proseguono perché gli inquirenti vorrebbero individuare tutti i responsabili del gesto anche attraverso foto e immagini fornite dai vigili che sono immediatamente intervenuti sul posto. “Un gesto vergognoso, incontrerò quella famiglia” è il commento della sindaca di Roma, Virginia Raggi. Il Comune, intanto, starebbe cercando un altro alloggio per la famiglia marocchina.

Famiglia marocchina rinuncia alla casa

“Quanto avvenuto è inaccettabile, la vicenda rappresenta un episodio di profondo degrado morale e civile, una grande sconfitta per la nostra città. Ci attiveremo perché la legalità venga garantita anche in questo caso. Non possiamo tollerare zone franche in cui il diritto viene scavalcato da forme organizzate di violenza ed intimidazione” hanno fatto sapere gli assessori alla Comunità solidale e al Bilancio e patrimonio del Comune di Roma.