È divampato questa mattina in via Nomentana 525, a Roma, l’incendio che ha distrutto l’appartamento dell’attrice Isabella Biagini.

Alla donna di 76 anni, che aveva ricevuto lo sfratto, erano state disattivate le utenze, e l’ipotesi più probabile è che il rogo sia stato causato da un malfunzionamento della stufa che usava per scaldarsi.

Sul posto sono arrivati cinque vetture dei vigili del fuoco, che hanno provveduto a trarre in salvo la donna, rimasta lievemente ferita insieme a un’altra persona, nonché a evacuare il palazzo.

Isabella Biagini avrebbe dovuto lasciare domani l’appartamento, dopo aver ricevuto lo sfratto; tuttavia lo sgombero era stato rimandato a dopo le feste al fine di permetterle di trascorrere serenamente il periodo natalizio.

Un condomino ha raccontato che dal secondo piano si è alzata una colonna di fumo che si è insinuata nelle abitazioni dei piani superiori. A quel punto la portiera ha dato l’allarme. Il palazzo non ha subito danni strutturali, ed è previsto il rientro dei condomini in tempi brevi.

L’attrice aveva esposto la sua situazione nell’ultima puntata della trasmissione Domenica Live, raccontando di essere stata truffata dal fratellastro, che le avrebbe promesso di costruire una villa.

La Biagini aveva partecipato a svariate commedie italiane negli anni ’70, ma aveva poi deciso di ritirarsi dalle scene per dedicarsi alla famiglia. Gli ultimi anni sono stati trascorsi in una situazione di disagio economico.