Attimi di paura quelli vissuti oggi dagli utenti della metropolitana di Roma: nei pressi della stazione di piazzale Flaminio, infatti, questa mattina è stato avvistato un uomo che si aggirava imbracciando quello che è sembrato a molti testimoni un fucile.

La polizia, allertata dalle molteplici segnalazioni pervenute, si è subito messa all’opera anche grazie all’intervento di una pattuglia di militari in servizio nei pressi della metropolitana. Gli agenti hanno dunque fermato l’uomo, che è risultato essere un giovane di origine ucraina, il quale ha posto un’iniziale resistenza, per quanto lieve.

Dai controlli effettuati il fucile è stato identificato come un’arma ad aria compressa; nelle tasche del giovane, denunciato in seguito per porto abusivo d’arma e procurato allarme, sono state trovate delle cartucce calibro 12 utilizzate per attività di caccia.

Ancora ignoto il motivo che hanno spinto il ragazza ad aggirarsi per Roma con un simile armamentario, ma l’uomo presentava evidenti segni di ubriachezza e dai primi riscontri è parso privo di fissa dimora.

Inevitabilmente il caso ha riportato alla memoria il trambusto causato dall’analogo incidente della fine di gennaio di quest’anno, quando la stazione Termini era entrata in allarme per l’avvistamento di un uomo con in braccio un fucile, che poi si è scoperto essere un giocattolo.