Le accuse sono pesanti. Si va dai maltrattamenti aggravati, alle lesioni aggravate ed alla violenza sessuale. E per di più l’oggetto di questi gravissimi atti erano dei minori ospiti di una casa famiglia. Il suo nome? “Il monello mare“. La struttura si trovava a Santa Marinella, un comune sul litorale vicino a Roma, e per fortuna ora è stata chiusa e posta sotto sequestro a seguito di un’inchiesta, coordinata dalla Procura di Civitavecchia -. e che è stata svolta dalla Squadra mobile della Capitale.

Ovviamente oltre a questo intervento, la Questura di Roma ha provveduto ad eseguire cinque misure cautelari a carico del responsabile della casa famiglia e dei suoi collaboratori - i provvedimenti sono scattati alle prime luci dell’alba. In un caso è stato disposto l’arresto ai domiciliari, mentre per altre quattro persone è scattato il divieto di dimora.

Le giovani vittime degli abusi sessuali e dei maltrattamenti dovranno seguire una terapia psicologica per cercare di ridurre gli effetti delle violenze fisiche e psichiche subite, che vanno a sommarsi a storie familiari difficili.