Svolta politica a Roma, dove finalmente Virginia Raggi ha rinfoltito la sua giunta con la nomina di Margherita Gatta, la nuova assessora ai lavori pubblici, e Rosalba Castiglione, al patrimonio e alle politiche abitative.

In questo modo viene a cadere la delega al patrimonio assunta dall’assessore Andrea Mazzillo, il quale è dunque libero di occuparsi del solo bilancio.

Di rito le parole della sindaca che ha definito le nuove leve come “due professioniste di grande esperienza che sono sicura daranno un contributo importante in due settori strategici e delicati dell’amministrazione.”

Margherita Gatta, laureata in giurisprudenza, dal 1992 ha lavorato per la Cassa nazionale di previdenza per gli ingegneri e gli architetti liberi professionisti, occupandosi di appalti pubblici finalizzati a garantire lavori, servizi e forniture necessari al mantenimento del notevole patrimonio immobiliare dell’istituto, e da giugno era entrata a far parte dello staff dell’assessorato all’urbanistica e infrastrutture di Roma capitale.

Queste le sue prime parole all’annuncio della sindaca: “È una sfida che accetto con grande senso di responsabilità ma anche determinazione. Il settore dei lavori pubblici è uno di quelli che è stato più colpito dallo tsunami di Mafia capitale. Rispetto al passato quest`amministrazione ha invertito la rotta e proseguirà la sua azione lungo la direttrice della legalità. La priorità è la manutenzione delle strade. Le risorse ci sono e diversi cantieri sono già partiti”.

Sotto osservazione il suo profilo social, sul quale sarebbero comparsi alcuni post (poi cancellati) in cui si discuteva di cure alternative per il cancro, critiche ai vaccini e lazzi contro l’Expo di Milano.

La 48enne Rosalba Castiglione è invece avvocatessa specializzata in diritto immobiliare e fallimentare, è stata anche consulente per alcune società e fino a poco tempo fa era la responsabile del gruppo emergenza abitativa nel meetup di Caltanissetta