Com’era già successo durante il periodo finale del 2015, è scattata di nuovo l’allerta smog a Roma. Il commissario straordinario Francesco Paolo Tronca ha così deciso di ordinare un blocco nella circolazione degli automezzi per domenica 31 gennaio, a cui potrebbero però seguire anche un paio di giornate con le targhe alterne.

Tronca ha predisposto “in via cautelare” per la salute dei cittadini di Roma un “blocco veicolare” nella giornata del 31 gennaio. I suoi provvedimenti non sono però finiti qui, perché il commissario straordinario ha anche imposto uno stop della circolazione per i veicoli più inquinanti all’interno della fascia verde per la giornata di oggi, tra le ore 7:30 e le 20:30.

Il blocco del 31 gennaio riguarda gli automezzi fino alla categoria euro 5, mentre sarà permessa la circolazione agli altri veicoli. Lo stop avverrà nell’orario compreso tra le 7:30 e le 12:30 e poi tra le 16:30 e le 20:30.

Attraverso una nota, il Comune di Roma fa sapere che: “Il provvedimento, adottato in via cautelare allo scopo di tutelare la salute dei cittadini, in considerazione dello stato generale della qualità dell’aria, segue quello del 15 novembre dello scorso anno e si inserisce in un ciclo di quattro giornate di limitazione totale del traffico – da realizzare da novembre a marzo – in ottemperanza al Piano di Risanamento Regionale. La nuova definizione del calendario delle domeniche ‘antismog’ giunge a valle dei lavori del tavolo tecnico ‘interistituzionale’ (Ministeri dell’Ambiente, dei Trasporti e della Salute, Regione Lazio, Istituto Superiore di Sanità, Arpa, Dipartimento di Epidemiologia, Corpo forestale dello Stato e vari Dipartimenti di Roma Capitale, oltre all’Agenzia per la mobilità, ATAC, AMA e Polizia Locale capitolina) sull’inquinamento atmosferico, di cui il Commissario Tronca ha chiesto l’istituzione il 5 gennaio scorso”.

Spunta inoltre l’ipotesi di ricorrere alle targhe alterne nelle giornate di lunedì 1 e martedì 2 febbraio. Come spiega la nota del Comune di Roma: “Sullo stesso fronte, si profila, inoltre, l’eventualità che il Commissario Straordinario debba disporre altri due giorni di targhe alterne per il 1 e 2 febbraio (lunedì e martedì prossimi), in quanto si prevede una situazione di persistente superamento delle soglie limite di inquinamento. L’Amministrazione provvederà a dare tempestiva comunicazione al riguardo”.