Sono in tutto 14 le persone oggetto di arresto e misure cautelari nell’ambito di un’operazione dedita a debellare il narcotraffico a Roma, nel quartiere di Tor Bella Monaca.

L’organizzazione criminale sgominata è stata posta al centro di un inchiesta portata avanti dalla Direzione Distrettuale Antimafia che si è concentrata sopratutto sulla piazza di spaccio sita in via Giovanni Battista Scozza, lo stesso luogo dove nel 2014 venne ucciso Federico Caranzetti, il giovane coinvolto in una lite fra spacciatori.

I pusher erano soliti organizzare turni in strada, con il supporto del gruppo criminale che portavano loro cibo, bevande e altri generi di conforto. Per consentire la normale prosecuzione delle attività venivano impiegate anche delle vedette che avevano il compito di avvertire dell’arrivo di forze dell’ordine sulla scena.

Si è calcolato che ogni giorno la piazza di spaccio di droga rendesse alla banda svariate migliaia di euro. I pusher erano sia incensurati che pregiudicati, di differenti nazionalità, sesso ed età, tra cui anche un minorenne.

Il successo dell’operazione si deve anche all’apporto fornito da un collaboratore di giustizia, il primo proveniente dall’area di Tor Bella Monaca. Il blitz odierno è stato compiuto con l’impiego di molteplici unità cinofile, varie decine di carabinieri e un elicottero.