Ancora un pestaggio in discoteca: la vittima, stavolta, è un catanese di 50 anni che da tempo abitava a Roma dove gestiva alcuni b&b in zona San Giovanni. Stando ad una prima ricostruzione die fatti, l’uomo sarebbe stato aggredito prima da due persone, poi si sarebbero aggiunti altri tre buttafuori che lo avrebbero buttato a terra nel parcheggio davanti alla discoteca in zona Eur. Immediate le indagini del Nucleo investigativo della Capitale che hanno portato al fermo di cinque addetti alla sicurezza del locale, ora accusati di concorso in omicidio volontario.

A scatenare la lite in discoteca sarebbero stati degli apprezzamenti, o forse solo un abbraccio, che la vittima avrebbe fatto alla compagna di un altro uomo. Ricostruzione che, però, al momento non trova riscontri ufficiali. Così la situazione sarebbe degenerata: inizialmente i due uomini avrebbero cominciato a picchiarsi per poi richiedere l’intervento dei buttafuori che avrebbero afferrato di peso il cinquantenne originario di Catania portandolo fuori. Lì il pestaggio. Inutile qualsiasi tentativo di soccorrerlo.

La vittima sarebbe stato una persona “violenta, che dava fastidio alle donne”: “L’altra sera mi ha presentato la sua compagna ma non lo vedevo da tempo. Sarà venuto qui tre-quattro volte” avrebbe dichiarato il titolare del locale in zona Eur a Roma.