UPDATE:

L’ex fidanzato di Sara DiPietrantonio, la ragazza morta carbonizzata a Roma, ha confessato. Dopo 8 ore di interrogatorio, il 27enne Vincenzo Paduano ha ammesso la sua responsabilità nell’omicidio della ragazza.

Il capo della Squadra mobile di Roma Luigi Silipo ha dichiarato: “In 25 anni di questo lavoro non ho mai visto un delitto così atroce” e ha quindi aggiunto: “Messo di fronte all’evidenza dei dati, ha provato a negare anche i dati certi e poi alla fine ha ammesso di aver ucciso Sara“.

Il sostituto procuratore di Roma, Maria Monteleone, ha inoltre dichiarato: “La ragazza prima di essere raggiunta dal suo assassino ha provato a chiedere aiuto agli automobilisti, ma nessuno si è fermato. Se qualcuno si fosse fermato, Sara sarebbe ancora viva”.

ARTICOLO ORIGINALE:

Ci sono nuovi sviluppi nel drammatico caso della ragazza trovata morta carbonizzata vicino alla sua auto in fiamme a Roma. Per la ancora misteriosa vicenda che ha shockato la Capitale quanto tutta l’Italia è stato fermato l’ex ragazzo di Sara Di Pietrantonio, che è stato interrogato e risulta ora indagato.

Le indagini riguardanti il decesso della studentessa 22enne di Roma, trovata semi carbonizzata nella periferia della Capitale, in via della Magliana, a una distanza di circa 500 metri dal suo automezzo, continuano e si cercano di capire le eventuali responsabilità da parte dell’ex fidanzato, il 27enne Vincenzo Paduano. Al momento sono in corso le investigazioni da parte della Squadra mobile di Roma.

A far scattare l’allarme era stata la madre di Sara. La ragazza le aveva lasciato un sms sul cellulare in cui scriveva: “Sto tornando a casa”. La mamma, non avendola vista rientrare, è andata a cercarla insieme allo zio della 22enne e in via della Magliana hanno fatto la macabra scoperta. Hanno trovato l’automobile in fiamme della ragazza, il cui corpo stava bruciando dietro a un cespuglio. Dopodiché sono arrivati i vigili del fuoco, ma ormai per la giovane non c’era più niente da fare.

Riguardo alla misteriosa e inquietante morte della studentessa di Roma si cerca di capire l’eventuale ruolo dell’ex ragazzo. Le zie di Sara DiPietrantonio hanno dichiarato che: “Si era lasciata con il ragazzo da un paio di giorni. Non lo conoscevamo benissimo, ma ci sembrava un bravo giovane. Ieri sera è uscita con un’amica e ha mandato, come di consuetudine, un messaggio alla madre quando aveva riaccompagnato la sua amica a casa. Non abbiamo idea di quello che sia accaduto. Ci auguriamo si tratti di un incidente”.

Le zie della giovane trovata carbonizzata a Roma hanno inoltre raccontato del ritrovamento da parte della madre: “Quando Tina si è avvicinata ha visto la figlia a terra, con le braccia larghe e la camicetta sbottonata. Non abbiamo idea di cosa sia successo. Certo, è strano che una persona che scappa avvolta dalle fiamme si nasconda dietro un muretto per chiedere aiuto”.