E’ questa l‘indiscrezione lanciata dal Corriere.it secondo il quale Salvatore Romeo avrebbe aperto una terza polizza in favore della sindaca di Roma Virginia Raggi dal valore di 8mila euro. Una polizza che, tra l’altro, sarebbe arrivata subito dopo la convocazione della sindaca – già indagata per abuso d’ufficio – davanti ai magistrati. Un modo, forse, per incastrarla visto che la Raggi – come lei stessa ha più volte ribadito – non ne era a conoscenza. “L’ho fatto per affetto” è la versione, invece, di Romeo.

Virginia Raggi incastrata da Romeo?

Poi si aggiunge un altro particolare inquietante: “Il 19 dicembre, primo giorno lavorativo dopo l’arresto di Raffaele Marra, una cassetta di sicurezza a lui intestata è stata completamente svuotata” svela il Corriere.it. I pubblici ministeri, coordinati dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, dovranno far luce anche su questo misterioso fatto.

Le polizze vita a favore di Virginia Raggi

Salvatore Romeo, dunque, a parte la terza ed ultima polizza da 8mila euro, ne aveva stipulate altre due: nel gennaio 2016, sei mesi prima che Virginia Raggi venisse eletta. Come mai? Il valore è di 30mila euro per la prima, 3mila per la seconda, entrambe intestate alla sindaca di Roma. “Non ne so nulla, sono sconvolta” fu il commento della prima cittadina della Capitale.