A meno di due mesi dal voto, previsto per il prossimo 5 giugno, si fa sempre più complessa la situazione delle elezioni comunali di Roma. Nel centrodestra adesso c’è spazio per qualche prova di alleanza, con Francesco Storace che apre la porta a Giorgia Meloni, mentre Guido Bertolaso è intervenuto in una nuova intervista televisiva e ha parlato anche di Alfio Marchini.

Il leader della Destra Storace aveva sempre parlato di una corsa in solitaria per la fascia di primo cittadino di Roma, ma ora si è dichiarato disponibile a una convergenza con la Meloni, la leader di Fratelli d’Italia sostenuta nella Capitale dalla Lega Nord di Matteo Salvini.

Nel corso di un intervento a Orvieto, Francesco Storace ha infatti teso la mano alla “rivale” alle prossime elezioni comunali di Roma: “Giorgia, vuoi fare il sindaco? Parliamone. Non chiediamo posti, ma un programma che eviti a Roma l’umiliazione di Pd e 5 Stelle. Da domani attendiamo risposte. Altrimenti siamo in campo”. Il leader della Destra ha poi aggiunto: “Se da 4 candidati dobbiamo averne uno, voglio vedere anche gli altri andarsene”.

Guido Bertolaso, il candidato a sindaco di Roma fortemente sostenuto da Forza Italia e in particolare da Silvio Berlusconi, ha invece parlato di fronte alle telecamere di Rai 3. Nel programma In mezz’ora condotto da Lucia Annunziata si è dichiarato convinto di un buon esito alle elezioni comunali: “Vado avanti. E vinco io”.

Bertolaso ha quindi negato la possibilità di fare un passo indietro: “Andrò avanti. Le pare che sennò venivo qui? Se fra un anno, quando sarò sindaco, non avrò mantenuto gli impegni, verrò qui e lei mi mena…”.

Bertolaso ha poi attaccato la giunta guidata da Gianni Alemanno, il sindaco di Roma precedente a Ignazio Marino: “Non aveva personaggi straordinari, non possiamo dare tutta la croce addosso a Marino”. E inoltre ha aperto alla possibilità di una convergenza con un altro dei candidati alla carica di primo cittadino della Capitale, Alfio Marchini: “Venga con noi, può fare il presidente del Consiglio comunale”.