Si trova in prognosi riservata e sta lottando per salvarsi la vita la donna che nella notte di ieri è stata aggredita da tre clochard polacchi a Casal del Marmo, nella periferia di Roma.

Il terzetto, due uomini di 40 anni e una donna di 31 in stato di ubriachezza che si trovavano in una baracca abusiva, hanno tentato di derubare la loro connazionale dei suoi pochi averi. Prima la hanno tempestata di colpi e poi le hanno versato addosso dell’alcool su braccia e gambe, dandole fuoco, per poi scappare precipitosamente.

La donna dopo essere riuscita a trascinarsi fuori dal’edificio è stata notata da alcuni passanti che l’hanno soccorsa prontamente, chiamando subito un’ambulanza e le forze dell’ordine. Sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Roma Ottavia, che hanno dato il via a una caccia all’uomo, anche grazie alle indicazioni della stessa vittima che è riuscita a parlare con i militari prima di essere intubata.

Rintracciati e posti in stato di arresto, i tre polacchi senza fissa dimora devono rispondere di rapina e tentato omicidio. Tornati nella baracca, i militari e la polizia scientifica hanno trovato vari indizi che risulteranno utili per inchiodare il trio.

La vittima, una donna di 43 anni, è stata trasporta d’urgenza al Policlinico Gemelli, dove si trova in grave pericolo di vita sopratutto a causa delle lesioni interne riportate a seguito delle ustioni.