Le origini della letteratura erotica sono antichissime: ne costituiscono esempio già il Satyricon di Petronio e il Decamerone di Boccaccio, tuttavia è tra Ottocento e Novecento che il genere gode di un periodo particolarmente fecondo, iniziando a mescolandosi alla nuova letteratura femminile. E’ infatti in epoca moderna (ma ben prima delle famose ‘50 sfumature’) che questo tipo di letteratura, in passato di dominio prettamente maschile, inizia a coinvolgere un sempre più vasto pubblico.

Ecco dunque alcuni tra i migliori romanzi della letteratura erotica.

Fanny Hill – Memorie di una donna di piacere, di John Cleland: pubblicato per la prima volta nel 1748, il romanzo incentrato sulle avventure della giovane Fanny rappresenta oggi un vero e proprio classico del genere.

L’amante Lady Chatterly, di David Herbert Lawrence: pubblicato nel 1928, a causa della dettagliata descrizione degli incontri amorosi tra Lady Chatterley e il suo amante, il romanzo è da considerarsi tra i più scandalosi e dibattuti di sempre, nonché caposaldo della letteratura erotica mondiale.

Histoire d’O,  pubblicato nel 1954 dall’autrice francese Dominique Aury, sotto lo pseudonimo di Pauline Réage. Il romanzo esplora la dinamiche dei rapporti erotici di dominio e sottomissione, raccontando la storia della bellissima “O”, fotografa di moda follemente innamorata di René e per lui disposta a tutto. In Italia, il libro divenne famoso anche grazie al fumetto di Guido Crepax.

Lolita di Vladimir Vladimirovič Nabokov: scritto in inglese e pubblicato a Parigi nel 1955, nonostante i contenuti scabrosi è oggi considerato un grande classico del Novecento.

Tropico del Cancro di Henry Miller: pubblicato per la prima volta nel 1934, negli Stati Uniti il libro subì un processo per oscenità che culminò con la revisione delle leggi americane sulla pornografia degli anni ‘60. E’ oggi da molti considerato un importante capitolo della letteratura del ventesimo secolo, oltre che uno dei libri cult dell’eros.

Emmanuelle, di Emmanuelle Arsan: uno tra i più noti classici erotici. Pubblicato per la prima volta a Parigi, nel 1967, il romanzo è divenuto un best seller internazionale, ispirando fumettisti e registi cinematografici.

L’amante, romanzo della scrittrice francese Marguerite Duras: pubblicato nel 1984, il libro racconta la storia d’amore (in parte autobiografica) tra un’adolescente francese e il figlio di un ricco possidente cinese, nell’Indocina degli anni ’30.

Il delta di Venere di Anaïs Nin, scrittrice culto della letteratura erotica del ’900: composto da 15 racconti e pubblicato nel 1977, il libo ispirò l’omonimo film diretto da Zalman King nel 1995.

Il macellaio di Alina Reyes: libro d’esordio dell’autrice (pubblicato nel 1988), il romanzo è divenuto un vero e proprio caso letterario. Tradotto in numerose lingue, è oggi considerato un caposaldo della letteratura erotica mondiale.

Le età di Lulù, della scrittrice spagnola Almudena Grandes: pubblicato nel  1989 e tradotto in 19 lingue, il libro narra della storia di una giovane donna che scopre il suo corpo, e il sesso, nutrendosene voracemente. Sospeso tra erotismo e romanzo di formazione, ad alimentare il successo dell’opera contribuì il fim diretto da Bigas Luna nel 1990 (con Francesca Neri).