Il Dottore del motociclismo italiano, Valentino Rossi, compie oggi trentatre anni.

Il pesarese ha utilizzato l’ormai popolarissimo Social Network Twitter per ringraziare i suoi fans degli auguri, giunti da ogni parte del mondo. Nel farlo, neanche a dirlo, non ha risparmiato a chi lo segue la sua buona dose di simpatia: “A 20 anni guardavo quelli di trentatre come degli alieni venuti dallo spazio” – scrive Rossi – “Poi mi sono distratto un attimo, colpa di Alfredo” – aggiunge, citando il semi omonimo Vasco, idolo del pilota in forza alla Ducati.

Si parlava della simpatia di Vale, uno degli sportivi più amati da tutti gli italiani, appassionati di MotoGp e non… Come dimenticare gli ironici tweets di Domenica in seguito alla pesante sconfitta della sua squadra del cuore, l’Inter, contro il Novara?

Sempre sul social, l’ex Yamaha aveva fatto sorridere tutti per stemperare sull’attuale situazione della squadra di Ranieri, pur non risparmiando alcune critiche alla campagna acquisti della società nerazzurra: “Lo scambio Eto’o – Forlan mi ricorda di quando cedemmo Roberto Carlos è acquistando Pistone” – e ancora – “Stasera non vorrei essere il posacenere di Moratti”.

Intervistato in giornata da Ski Sport, il campione ci ha riso su, dicendosi pentito di queste dichiarazioni, nate per passione verso i colori del biscione e non per polemizzare.

Simpatia, umiltà, genio e sregolatezza. Questi sono solo alcuni degli elementi che distinguono Valentino Rossi dai colleghi. Nella buona e nella cattiva sorte il mondo delle due ruote è sempre con lui. Il nove volte campione del mondo, attualmente, si sta preparando ad una nuova sessione di test in programma a Sepang verso la fine del mese.